RUSTANDARD - Certificazione e Registrazione Prodotti
GOST R, Gost Russia, Gost Standard, RTN, GGTN

Regolamento Tecnico Macchine dell'Unione doganale (TR CU o CU TR 010/2011)

Regolamento Tecnico Macchine 010/2011 dell'Unione doganaleStato:  in vigore
Data entrata in vigore: 15/02/2013
Data pubblicazione ufficiale: 21/10/2011
Atto: Decisione della Commissione dell'Unione doganale n. 823 del 18/10/2011

Ambito di applicazione: macchine ed attrezzature da immettere sul mercato dell'Unione economica eurasiatica, tra cui:

Macchine, oggetto della certificazione con un ente terzo:
1. Macchine per la lavorazione del legno ad uso domestico o similare;
2. Veicoli fuoristrada per paludi e neve, motoslitte e loro rimorchi;
3. Attrezzature da garage per veicoli a motore e rimorchi;
4. Macchine agricole;
5. Attrezzature da giardino, mezzi forestali meccanizzati, compresi i mezzi elettrici;
6. Macchine per l’allevamento di bestiame, pollame e produzione dei mangimi;
7. Utensili portatili elettrici e non elettrici;
8. Macchine forestali per abbattimento di alberi e allestimento di fusti:
- motoseghe portatili per lavori forestali;
- seghe elettriche portatili a catena;
9. Macchine e attrezzature per la ristorazione collettiva;
10. Macchine ed attrezzature da cava e da miniera (asportazione scaglie e detriti, rinforzo strutture portanti);
11. Macchine ed attrezzature da cava e da miniera (estrazione);
12. Macchine dei sistemi di sollevamento e trasporto da miniera;
13. Macchine per la perforazione di pozzi e fori da mina, macchine per il caricamento e borraggio di fori da mina:
- perforatrici pneumatiche (martelli pneumatici);
- martelli pneumatici fondo foro;
- macchine utensili per la perforazione di pozzi nel settore minerario;
- macchine per trivellazioni.
14. Impianti di ventilazione ed abbattimento delle polveri:
- ventilatori per miniere;
- impianti di aspirazione e abbattimento polveri;
- compressori per ossigeno.
15. Apparecchi di sollevamento e di movimentazione carichi, gru.

 Categorie di macchine oggetto della certificazione EAC (RUS 59 KB)


Macchine, oggetto dell'autocertificazione:

 Categorie di macchine oggetto della dichiarazione di conformità EAC (RUS 71 KB)


Il Regolamento Tecnico CU TR 010/2011 si applica, altresì, alle macchine ed attrezzature da impiegare negli stabilimenti a rischio di incidente rilevante, oggetto della sorveglianza Rostekhnadzor. La valutazione della conformità di tali macchine ed attrezzature avviene in un regime speciale.


Attenzione!ATTENZIONE!
Le attestazioni di conformità (certificati e dichiarazioni di conformità GOST R / RT) rilasciate prima dell'entrata in vigore Regolamento Tecnico Macchine CU TR 010/2011, potranno essere utilizzate fino al 15/03/2015 indipendentemente dalla loro data di scadenza (Decisione della Commissione dell'Unione doganale n. 823 del 18/10/2011).


Macchine escluse dall'ambito di applicazione Regolamento Tecnico CU TR 010/2011:

- macchine ed attrezzature usate;
- parti e pezzi di ricambio di macchine ed attrezzature già certificate;
- macchine ed attrezzature costruite per uso personale dei loro costruttori;
- macchine e/o attrezzature utilizzate per assicurare l'integrità ed il corretto funzionamento delle reti di comunicazione, comprese le reti a radiofrequenza;
- macchine e/o attrezzature ad uso medicale che vengono a contatto diretto con paziente;
- macchine specificamente progettate per uso nucleare;
- veicoli a motore, ad eccezione delle macchine ed attrezzature installate su tali veicoli;
- navi e mezzi di trasporto per via navigabile, comprese le macchine ed attrezzature installate su tali mezzi;
- mezzi di trasporto per via aerea, astronavi;
- mezzi di trasporto su rete ferroviaria, comprese le macchine specificamente progettate per essere utilizzate su tali mezzi, metropolitana;
- attrezzature specifiche per parchi giochi e/o di divertimento (giostre);
- armi, incluse le armi da fuoco e mezzi militari;
- macchine e/o attrezzature per i portatori di handicap;
- trattori agricoli e forestali, compresi i rimorchi, escluse le macchine ed attrezzature installate su tali veicoli;
- le piattaforme petrolifere, escluse le macchine ed attrezzature installate su di esse.



Elenco delle norme l'applicazione delle quali su base volontaria assicura il rispetto dei R.E.S.


 Norme, l'applicazione delle quali conferisce al prodotto la presunzione di conformità (RUS 375 KB)

 Elenco delle norme contenenti metodi di prova (RUS 422 KB)


Schemi (moduli) impiegati per la valutazione della conformità

 Schemi di certificazione/dichiarazione impiegati nell'ambito del CU TR 010/2011 (ITA 39 KB)



Tipologia e validità delle attestazioni di conformità rilasciate:

1a) Certificato di conformità per fabbricazione in serie con validità massima di 5 anni
1b) Certificato di conformità per singola spedizione (la data di scadenza non viene indicata)
2a) Dichiarazione di conformità per fabbricazione in serie con validità massima di 5 anni
2b) Dichiarazione di conformità per singola spedizione con validità massima di 5 anni
3) Certificato di esame del tipo a tempo indeterminato

 Modello del certificato di esame del tipo con le istruzioni per la sua compilazione (RUS 162 KB)


Requisiti di marcatura:

Ciascuna macchina deve avere una marcatura ben visibile ed indelebile, contente le seguenti informazioni:
1) Nome del fabbricante e/o marchio di fabbrica
2) Denominazione e/o designazione della macchina
3) Mese e anno di costruzione
4) Marchio di conformità EAC


Documentazione richiesta la certificazione EAC:
1) Fascicolo tecnico 2006/42/CE
2) Valutazione dei rischi (Justification of Safety) GOST R 54122
3) Passaporto tecnico e/o manuale d'uso GOST 2.610
4) Contratto di fornitura e/o fattura e/o documento di trasporto o contratto di mandato
5) Certificato ISO (se certificati)
6) Altra documentazione a prova della conformità della macchina

Note:
L'importatore o il Mandatario del Fabbricante extra Unione economica eurasiatica è obbligato a conservare la dichiarazione di conformità assieme alla documentazione sulla base della quale questa è stata rilasciata per almeno 10 anni dopo la sua scadenza sul territorio dell'Unione economica eurasiatica.

Ultimo aggiornamento: 13 febbraio 2017