Chiarimenti sugli schemi di certificazione e i soggetti coinvolti
RUSTANDARD - Certificazione e Registrazione Prodotti
GOST R, Gost Russia, Gost Standard, RTN, GGTN

Chiarimenti sugli schemi di certificazione e i soggetti coinvolti

09 settembre 2011

Chiarimenti sugli schemi di certificazione e i soggetti coinvoltiMolto spesso i nostri clienti ci pongono la domanda su chi può essere l’intestatario dei certificati di conformità. Abbiamo un responso ufficiale a tale quesito dall’Istituto Scientifico e di Ricerca per la Certificazione “VNIIS”. Per capire di cosa si tratta facciamo un breve riassunto della procedura di certificazione esistente oggi in Russia.
Teniamo a precisare che si tratta della certificazione obbligatoria dei prodotti con il rilascio del “certificato” di conformità e non della “dichiarazione” di conformità. Quest’ultima può essere richiesta e rilasciata esclusivamente ad un soggetto di diritto russo.
L’intestatario del certificato di conformità è il richiedete la certificazione. Il richiedente di solito è o il produttore o l’importatore. La maggior parte degli enti di certificazione russi inquadrano questo rapporto come: se il richiedente è produttore si tratta della “produzione in serie”, se si tratta dell’importatore si ha una “fornitura constante o periodica” inquadrata nell’ambito di un contratto o fattura di vendita. Di conseguenza al produttore rilasciano un certificato per la fabbricazione seriale e all’importatore un certificato che è vincolato dal contratto o fattura di vendita.
Che succede però se un produttore italiano non vende direttamente ad un cliente russo, ma ad un altro produttore o commerciante straniero, che poi rivende il prodotto finito al cliente russo e non si tratta della fabbricazione seriale, ma di una singola fornitura?
La risposta a questa domanda si trova nella corrisponda intercorsa tra noi e l’Istituto di Ricerca di cui sopra, che accludiamo qui sotto.

 Chiarimenti sugli schemi di certificazione e i soggetti coinvolti (ITA 1,23 MB)


RICHIESTA DI CHIARIMENTI

Traduzione dal russo all’italiano.

Mosca, 09 agosto 2011
Att. Direttore del “VNIINMASH”
123007 Mosca, ulitsa Shenogina (via Shenogin), 4
Bubnov Alexander Sergheevich

Spett. Sig. Alexander,

Nell’ambito dell’attività di certificazione dei prodotti al sottoscritto sono sorti una serie di domande alle quali è non stata data una risposta univoca ed esaustiva.
Le chiedo di dare una risposta alle seguenti domande:

Domanda n. 1
Nella certificazione dei prodotti nell’ambito del sistema GOST R o nell’ambito dei regolamenti tecnici, un produttore straniero può fungere da richiedente la certificazione (soggetto dal quale proviene la richiesta)?

Esempio:
Azienda “A” (produttore italiano) vende all’azienda “B” (esportatore, azienda italiana) un oggetto “X” (fornitura di 5 pezzi). L’azienda “B” chiede all’azienda “A” il certificato di conformità del prodotto. L’azienda “B” a sua volta vende il prodotto “X” ad un’azienda “C” (importatore russo).

L’azienda “A” può richiedere ed ottenere il certificato di conformità per l’oggetto “X” secondo gli schemi di certificazione 6c, 7c o 9 GOST R? Cioè, un produttore straniero può fungere da richiedente del documento nella certificazione di una singola fornitura dei prodotti in mancanza di un contratto o una fattura di esportazione con un’azienda o imprenditore individuale russi?

Domanda n. 2
Un produttore straniero può fungere da richiedente nella certificazione di una singola fornitura di prodotti destinati all’esplorazione in Russia nell’ambito di un contratto o fattura di vendita (singola fornitura)?

Ringraziandola anticipatamente Le porgo i miei cordiali saluti,

Roman Maluntsev
+7 926 3315239

Indirizzo per la corrispondenza:
127254 Mosca
Ulitsa Goncharova
(via Goncharov), 27, apt. 27


RISPOSTA

Traduzione dal russo all’italiano.

Istituto Scientifico e di Ricerca per la Certificazione
Società per azioni
(JSC VNIIS)

Elektrichesky pereulok (vicolo dell’Elettricità), 3/10, edificio 1
Mosca 123557
Telefono: +7499 2537060 fax: +7 499 2533360
Sito web www.vniis.ru e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Prot. n. 101-KS/1270 del 02/09/2011

Rif. lettera n. ---
del 09/08/2011

Att. Roman Maluntsev
127254 Mosca
Ulitsa Goncharova
(via Goncharov), 27, apt. 27
Tel. +7 926 3315239


CONSULTAZIONE

In riferimento alla Sua richiesta sulla possibilità per un produttore straniero di fungere da richiedente la certificazione dei prodotti destinati all’esportazione sul territorio della Federazione Russa, vogliamo precisare quanto segue:
La Legge Federale “Sulla regolamentazione tecnica” n. 184 del 27/12/2002 (con le successive modifiche e integrazioni: Legge Federale n. 45 del 09/05/2005, n. 65 del 01/05/2007, n. 309 del 01/12/2007, n. 160 del 23/07/2008, n. 189 del 18/07/2009, n. 261 del 23/11/2009, n. 384 del 30/12/2009, n. 385 del 30/12/2009, n. 243 del 28/09/2010) non prevede alcuna limitazione per produttori o commercianti stranieri di fungere da richiedenti la certificazione dei prodotti soggetti a certificazione obbligatoria (a differenza della richiesta di rilascio della dichiarazione di conformità, art. 24). Nel contempo, alcuni regolamenti tecnici attualmente in vigore prevedono delle limitazioni, analoghe a quelle previste per la richiesta della dichiarazione di conformità (esclusivamente un soggetto facente le veci del produttore straniero).
Ciò premesso, i produttori o commercianti stranieri possono fungere da richiedenti la certificazione qualora i regolamenti tecnici attualmente in vigore non prevedano il contrario, e qualora i prodotti siano soggetti a certificazione obbligatoria come disposto dalla Delibera del Governo della Federazione Russa n. 982 del 01/12/2009 (con le successive modifiche e integrazioni: Delibera del Governo della Federazione Russa n. 148 del 17/03/2010, n. 149 del 17/03/2010, n. 548 del 26/07/2010, n. 848 del 20/10/2010, n. 906 del 13/11/2010).
Per quanto riguarda gli schemi di certificazione, la loro applicazione non dipende dall’origine della merce (prodotti locali o d’importazione). Ne consegue che, se un produttore o commerciante straniero può fingere da richiedente la certificazione, egli può pure presentare la richiesta di certificazione di una singola commessa, fornita con un contratto o una fattura di vendita.

Il Vice Direttore Generale <firma illeggibile> I.M. Feldman

/Timbro tondo: VNIIS, Istituto Scientifico e di Ricerca per la Certificazione (JSC VNIIS), Mosca, Società per azioni, Reg. Imp. 1047703024698, C.F. 770338058, Cod. motivo iscriz. Reg. Imp. 770301001, certificato di conformità del timbro n. (PechatSert) PC.RU.P.001 2004.07/

Risponditore automatico +7 499 2530078
Per informazioni +7 499 2530368, 2530379
Fax +7 499 2530085, 2536855

VNIIS è un’azienda con Sistema certificato di Gestione della Qualità